"Desta molta preoccupazione l'ipotesi tecnica tornata a circolare in merito ad un aumento selettivo delle aliquote Iva". "Una ricetta che non ha mai funzionato"

"Se le indiscrezioni dei giornali avessero un fondamento, Confcommercio ribadisce la sua ferma contrarietà a questa ipotesi di scambio tra aumento delle imposte indirette e riduzione delle imposte dirette". Così Confcommercio si esprime in merito a quanto riportato da alcuni quotidiani sulle ipotesi di rimodulazione delle aliquote Iva allo studio del Governo. "Una ricetta che non ha mai funzionato – prosegue Confcommercio - e che, considerato il rallentamento dell'economia e la cattiva salute dei consumi, non farebbe che peggiorare le prospettive di crescita del Paese. Confcommercio - conclude la nota - auspica che, con la Legge di bilancio, il Governo attui gli impegni assunti circa il definitivo blocco degli aumenti IVA previsti a legislazione vigente".