Europa News. Bollettino settimanale a cura di Confcommercio Imprese per l'Italia, Delegazione presso l'Unione Europea

 

CHI SIAMO

COSA FACCIAMO

NOTIZIE E EVENTI

BANDI

 

In questo numero di Europa News: 21.12.2017

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

Affari generali

Raccomandazioni per una finanza sostenibile
Il gruppo di esperti di alto livello per la finanza sostenibile, istituito a dicembre 2016 dalla Commissione europea, ha presentato il suo primo report per favorire investimenti sostenibili nell’Unione. I risultati conclusivi saranno discussi a Bruxelles il 18 luglio nel corso di un’audizione pubblica sulla finanza sostenibile dopo una consultazione pubblica. (V. Favalli)

Ue/Polonia
Per la prima volta nella storia dell’Unione europea, la Commissione europea ha deciso il 20 dicembre di attivare la procedura chiamata “dell’articolo 7”. L’articolo prevede la possibilità di sospendere i diritti di voto di uno Stato membro al Consiglio se non rispetta le regole dello Stato di diritto. Secondo il Primo Vicepresidente Frans Timmermans, i tredici testi approvati dal 2015 dal Governo polacco sul sistema giudiziario hanno completamente assoggettato questo ultimo al potere politico, ivi compreso il Tribunale costituzionale. (M. Ameli)

Brexit
Il 20 dicembre, la Commissione ha trasmesso al Consiglio (Articolo 50) una raccomandazione in merito all'avvio delle discussioni sulla prossima fase del Brexit. Il progetto di negoziato, che integra la prima parte adottata lo scorso maggio, contiene precisazioni sulle eventuali modalità transitorie, in particolare:

·       non saranno ammissibili scelte di comodo. Il Regno Unito continuerà a partecipare all'unione doganale e al mercato unico (con tutte e quattro le libertà);

·       l'acquis dell'UE dovrà continuare ad applicarsi integralmente nei confronti del Regno Unito;

·       si applicheranno tutti gli esistenti strumenti e strutture dell'Unione in materia di regolamentazione, bilancio, vigilanza, attività giudiziaria ed esecuzione;

·       dal 30 marzo 2019 il Regno Unito sarà un paese terzo e come tale non sarà più rappresentato nelle istituzioni, organi e organismi dell'Unione;

·       il periodo di transizione dovrà essere definito chiaramente e limitato precisamente nel tempo. La Commissione raccomanda di non protrarlo oltre il 31 dicembre 2020. (M. Ameli)

Turismo
Liberalizzazione dei Visti: continua l'azione diplomatica della Commissione europea
La Commissione europea ha riferito di aver raggiunto la piena reciprocità in materia di visti con il Canada e di continuare la propria azione diplomatica nei confronti degli USA, per arrivare a completa reciprocità dei visti. Nei mesi scorsi c'era stata la richiesta del Parlamento di sospendere l'esenzione del visto per i cittadini USA; tema su cui però fortunatamente la Commissione sta dimostrando un approccio più diplomatico e cautelativo degli interessi dei cittadini UE (e delle imprese, soprattutto del turismo). Prosegue inoltre la cooperazione con tutti i paesi dei Balcani occidentali e del partenariato orientale per cui vale l'esenzione dall'obbligo del visto. (F. Bafundi)

Ambiente
Accordo sul Pacchetto della Economia Circolare
Raggiunto un accordo in prima lettura sul pacchetto di quattro direttive della “Economia circolare”: previsto un nuovo obiettivo obbligatorio per il trattamento dei rifiuti municipali negli Stati membri: almeno il 65% dovrà essere riciclato entro il 2035, con obiettivi intermedi al 55% nel 2025 e al 60% nel 2030 (nella proposta iniziale della Commissione l’obiettivo del 65% era previsto per il 2030). È stato fissato inoltre un obiettivo di riduzione dello smaltimento in discarica che non dovrà riguardare più del 10% dei rifiuti municipali. Sono stati stabiliti degli obiettivi specifici per i rifiuti da imballaggio, che dovranno essere riciclati al 65% nel 2025 e al 70% nel 2030; con degli obiettivi specifici per materiale. La cosiddetta “gerarchia” fra le diverse modalità di trattamento dei rifiuti è stata rafforzata (con incentivi per prevenzione, riuso e riciclaggio). Nel pacchetto è previsto anche che vi sia un dimezzamento entro il 2030 degli sprechi alimentari lungo la catena di produzione, distribuzione e consumo, con obiettivi di riduzione obbligatori che saranno fissati nel 2023. (F. Bafundi)

 

Mercato estero
Entra in vigore la nuova legislazione dell'UE in materia di difesa commerciale
Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, entra in vigore dal 20 dicembre 2017 la nuova legislazione dell'UE in materia di difesa commerciale parte integrante del programma del Presidente Juncker per Un'Europa che protegge. Essa cambierà il modo in cui l'Unione contrasta le importazioni oggetto di dumping o di sovvenzioni provenienti da paesi in cui sono presenti significative distorsioni del mercato determinate dallo Stato. (F. Cisternino)

 

Mercato interno
Consultazione pubblica sulla modernizzazione degli strumenti di cooperazione transfrontaliera in materia civile e commerciale
L’8 dicembre, la Commissione UE ha lanciato una Consultazione pubblica sulla modernizzazione degli strumenti di cooperazione transfrontaliera in materia civile e commerciale, con scadenza al prossimo 3 marzo 2018, con l'obiettivo di raccogliere le opinioni delle parti interessate in relazione al funzionamento pratico dell'attuale quadro giuridico della cooperazione giudiziaria transfrontaliera in materia civile e commerciale, i risultati della consultazione verranno utilizzati per valutare se presentare o meno proposte di revisione del quadro esistente in materia di assistenza giudiziaria transfrontaliera in materia civile e commerciale. (F. Cisternino)

 

La Commissione UE pubblica il c.d. Pacchetto Beni
Dopo il c.d. Pacchetto Servizi, pubblicato a gennaio di quest’anno, lo scorso 19 dicembre la Commissione UE ha pubblicato il c.d. Pacchetto Beni, che contiene due nuove proposte di direttiva in materia di mutuo riconoscimento e nuove regole sull’adempimento e adempimento forzoso, con l'obiettivo dichiarato di semplificare, specialmente per le PMI, la vendita dei propri prodotti in tutto Europa, rafforzando al contempo le capacità di controllo delle autorità nazionali e doganali per prevenire la commercializzazione in Europa di prodotti potenzialmente dannosi. (F. Cisternino)

 

digitale
Verso una strategia per il commercio digitale: nuova risoluzione del Parlamento UE
La Plenaria del Parlamento UE ha votato, lo scorso 12 dicembre a Strasburgo, una risoluzione per evidenziare i principali obiettivi e le principali problematiche dei prossimi interventi europei in materia di commercio digitale, evidenziando come l'UE debba sforzarsi di garantire l'accesso ai mercati dei prodotti e dei servizi digitali nei paesi terzi, facendo in modo che le regole commerciali creino vantaggi concreti per i consumatori. (F. Cisternino)

 

POLITICA DI COESIONE

Una politica di coesione post-2020 più flessibile e semplice
I negoziatori della Commissione, del Parlamento europeo e del Consiglio hanno raggiunto un accordo provvisorio sul riesame intermedio del regolamento sulla politica di coesione per il periodo 2014-2020. Gli obiettivi principali del riesame erano la riduzione della burocrazia per i beneficiari dei fondi e la semplificazione della combinazione con il Fondo europeo per gli investimenti strategici (FEIS), per contribuire a finanziare progetti promettenti, ma più rischiosi. Sono state accolte molte proposte del Gruppo ad Alto livello sulla semplificazione dei fondi SIE. (V. Favalli)

 

FINANZIAMENTI
Aperto il terzo bando per Azioni Urbane Innovative (UIA): Sperimentazione di soluzioni innovative per lo sviluppo urbano
È stato pubblicato il terzo bando UIA orientato a finanziare progetti che affrontano le seguenti questioni: qualità dell'aria, adattamento ai cambiamenti climatici, abitabilità (housing), lavori e competenze nell'economia locale. Il finanziamento sarà compreso tra gli 80-100 milioni di euro. La scadenza per la presentazione delle candidature è fissata al 30 marzo 2018. (V. Favalli)

 

La Commissione lancia un nuovo strumento per aiutare le autorità a gestire i fondi europei
La Commissione europea ha lanciato un nuovo strumento per sviluppare le competenze dei dipendenti delle amministrazioni che gestiscono il Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e il Fondo di coesione. Si tratta di un “quadro delle competenze” che identifica le capacità necessarie per gestire con successo progetti finanziati dall’Ue, e uno strumento di autovalutazione online che tiene traccia dei progressi individuali e collettivi all’interno di un’amministrazione. (V. Favalli)

 

L’Ue si prepara a definire il prossimo programma di finanziamento per la ricerca e l'innovazione
A febbraio 2018 la Commissione europea pubblicherà una consultazione pubblica per chiedere ai cittadini la loro opinione sul futuro dei finanziamenti per la ricerca e l’innovazione, il Nono Programma Quadro per la Ricerca e l'Innovazione dell'Unione Europea (FP9) “Framework Programme 9 (FP9)”. (V. Favalli)

 

UNIONE DEL MERCATO DEI CAPITALI
Costruire un ambiente normativo ideale per supportare le quotazioni di PMI
La Commissione europea ha avviato una valutazione d'impatto per cambiare la normativa per favorire una migliore quotazione delle PMI europee. Per ora si richiedono feedback in attesa della consultazione vera e propria. La nuova normativa (regolamento o direttiva) sul tema dovrebbe uscire a maggio 2018. (V. Favalli)

 

 

Confcommercio – Imprese per l'Italia                              
Delegazione presso l'Unione europea
Avenue Marnix, 30 - 6° piano
B-1000 Bruxelles

Tel: +32 2 289 62 30
Fax: +32 2 289 62 35
Sito: http://bruxelles.confcommercio.eu
E-mail: delegazione@confcommercio.eu

 

 

Newsletter a cura di Stella Sassi
Con il contributo di Marisa Ameli, Francesco Bafundi, Francesco Cisternino e Veronica Favalli.

 

Segreteria: Daniela Daidone
Responsabile: Marisa Ameli