Comunicato stampa Ali Confcommercio - Disagi per gli studenti. Ripensare il modello distributivo

Scuola: Confcommercio, troppi ritardi nell'arrivo dei libri

(ANSA) - ROMA, 25 SET - "I ritardi nella consegna dei libri
scolastici ordinati nelle librerie italiane dalle famiglie sono
conseguenza di agitazioni sindacali non imputabili ai librai, ma
ad altre realtà delle filiera distributiva": lo denuncia
l'Associazione librai italiani (Ali) della Confcommercio, che
ribadisce "l'impegno straordinario delle librerie e dei librai
italiani per cercare di ridurre al minimo i disagi per studenti
e famiglie". Tuttavia, aggiunge, "non possiamo non rilevare come
gli effetti dello sciopero richiamato come giustificazione della
situazione in essere abbiano avuto effetti sensibilmente diversi
tra i diversi editori, arrivando in alcuni casi a ritardi
accumulati per 15-20 giorni".
Questi problemi, prosegue Ali, "si possono riassumere in un
modello distributivo che tiene conto più delle esigenze
dell'editore che del cliente finale e che arriva a fermarsi per
un lungo periodo durante l'estate, proprio quando la domanda
parte, con la conseguenza che gli editori si trovano in queste
settimane a dover evadere buona parte della richiesta del
mercato". Ali Confcommercio oltre a ribadire che "le librerie e
le cartolibrerie italiane sono vittime al pari degli studenti e
delle loro famiglie con danni pesanti già subiti in queste
settimane e che per l'attuale assenza di regole e di garanzie
non saranno ristorati, chiede che il Governo e il Parlamento
intervengano per sollecitare con urgenza agli editori il
ripristino veloce dei tempi e una maggiore attenzione e rispetto
per il lavoro delle libraie e dei librai e per gli studenti e le
famiglie italiane".(ANSA).
TEO-COM
25-SET-18 15:41 NNN

  • Eventi (50)

  • News (224)

  • Associarsi (2)

    Associati all'Ali. Tanti privilegi per gli associati. 

    il 2020 è stato un anno molto difficile per il Paese e per le nostre imprese, ma anche un anno nel quale siamo riusciti ad ottenere alcuni importanti risultati per la categoria: approvazione e entrata in vigore della legge sul libro, riconoscimento del libro bene essenziale, aumento della dotazione del tax credit di cui finalmente hanno potuto beneficiare una platea ampia e realmente rappresentativa di librerie e infine gli acquisti delle biblioteche nelle librerie del territorio.

    Questi risultati hanno solo in parte consentito alle nostre imprese di limitare i gravi danni conseguenti alle misure per il contrasto della crisi sanitaria e per questo il 2021, oltre a lavorare per la conferma delle misure ottenute nel 2020, dovrà essere, soprattutto nella prima parte, focalizzato nel cercare di far comprendere alle istituzioni che i problemi non sono risolti e che vi sono ancora difficoltà nel nostro settore che se non rimossi possono determinare esiti pesanti per l’occupazione e per la presenza delle librerie nel territorio.

    Sostieni la nostra associazione, perchè con la partecipazione della tua impresa all’Associazione assieme possiamo cercare di affrontare e risolvere i molti problemi che ha la nostra categoria.