Protocollo d'intesa tra il presidente dell'Anci e sindaco di Bari Antonio Decaro e il presidente Ali Paolo Ambrosini. Obiettivo dell'intesa è quello di "promuovere il riconoscimento delle librerie quali interlocutori primari e diretti dei Comuni per la realizzazione di iniziative nel campo della promozione della lettura".

Il protocollo d'intesa si pone anche l'obiettivo di "sensibilizzare i Comuni su possibili iniziative di sostegno alle librerie, con particolare riferimento alla facilitazione  nell'uso delle sale civiche, alla priorità degli acquisti di libri per  le biblioteche comunali, alle agevolazioni su fiscalità locale ed alle azioni per calmierare il costo per gli affitti".        L'intesa impegna anche le due associazioni a collaborare per   l'organizzazione delle attività previste dall'iniziativa 'La Città che  legge' del Centro per il Libro e la Lettura del Mibac. Allo stesso   tempo i Comuni saranno invitati a sottoscrivere un 'Patto locale per la lettura', coordinato dall'assessore comunale alla Cultura per realizzare una programmazione congiunta degli eventi di promozione della lettura sul territorio. Infine il documento prevede un'azione congiunta di Anci e Ali su governo e parlamento perché "attivino azioni concrete di sostegno alle librerie e al loro ruolo culturale: da interventi a sostegno dei consumi culturali in libri al rifinanziamento con adeguato stanziamento per il credito imposta alle librerie, fino ad azioni a sostegno dell'apertura di nuove librerie, soprattutto nelle zone del Paese che ne sono attualmente sprovviste".

  • Eventi (51)

  • News (227)

  • Associarsi (2)

    Associati all'Ali. Tanti privilegi per gli associati. 

    il 2020 è stato un anno molto difficile per il Paese e per le nostre imprese, ma anche un anno nel quale siamo riusciti ad ottenere alcuni importanti risultati per la categoria: approvazione e entrata in vigore della legge sul libro, riconoscimento del libro bene essenziale, aumento della dotazione del tax credit di cui finalmente hanno potuto beneficiare una platea ampia e realmente rappresentativa di librerie e infine gli acquisti delle biblioteche nelle librerie del territorio.

    Questi risultati hanno solo in parte consentito alle nostre imprese di limitare i gravi danni conseguenti alle misure per il contrasto della crisi sanitaria e per questo il 2021, oltre a lavorare per la conferma delle misure ottenute nel 2020, dovrà essere, soprattutto nella prima parte, focalizzato nel cercare di far comprendere alle istituzioni che i problemi non sono risolti e che vi sono ancora difficoltà nel nostro settore che se non rimossi possono determinare esiti pesanti per l’occupazione e per la presenza delle librerie nel territorio.

    Sostieni la nostra associazione, perchè con la partecipazione della tua impresa all’Associazione assieme possiamo cercare di affrontare e risolvere i molti problemi che ha la nostra categoria.