Ecco il testo del comunicato stampa diramato da Ali, Agis e Impresa Cultura Italia di Confcommercio.

 COMUNICATO STAMPA

 ALI, AGIS e Impresa Cultura Italia ripartono dalla cultura. Una risorsa per la ripartenza

Da domani e fino al 15 dicembre le librerie italiane saranno palcoscenico delle imprese dello spettacolo ancora costrette alla chiusura.

 #RipartiamoDallaCultura ideata e realizzata da AGIS (Associazione Generale Italiana dello Spettacolo), ALI (Associazione Librai Italiani) ed Impresa Cultura Itala - Confcommercio, vuole sottolineare come la cultura deve essere al centro dei progetti di ripartenza del Paese perché se questo momento impone alcune limitazioni dobbiamo finalmente investire sulla cultura.

 Le librerie si trasformeranno per un giorno nei palcoscenici dei più importanti teatri italiani. Una performance corale in grado di racchiudere in un unico messaggio, mediante le Città Invisibili di Italo Calvino la voglia di ripartire insieme, in nome della letteratura e lo spettacolo italiano.

 “Anche l’ultimo DPCM ha imposto il blocco delle attività di spettacolo aperte al pubblico – afferma Carlo Fontana, Presidente di Agis e di Impresa Cultura Italia - Confcommercio – ma non esiste pandemia che possa fermare la cultura. Questa iniziativa vuole dimostrare esattamente questo: la cultura è un punto fermo per l’economia dei territori, per la socialità e per la vita di ciascuno di noi

 “Le librerie - afferma il presidente di Ali Confcommercio Paolo Ambrosini - saranno il palcoscenico senza spettatori per delle performance artistiche con le quali vogliamo sottolineare che se oggi ci sono delle limitazioni alle attività culturali quanto prima si deve tornare a investire per mettere al centro delle nostre città la cultura perché ciò che può rendere uniche le nostre città è la cultura che le racconta.”

  • Eventi (52)

  • News (230)

  • Associarsi (2)

    Associati all'Ali. Tanti privilegi per gli associati. 

    il 2020 è stato un anno molto difficile per il Paese e per le nostre imprese, ma anche un anno nel quale siamo riusciti ad ottenere alcuni importanti risultati per la categoria: approvazione e entrata in vigore della legge sul libro, riconoscimento del libro bene essenziale, aumento della dotazione del tax credit di cui finalmente hanno potuto beneficiare una platea ampia e realmente rappresentativa di librerie e infine gli acquisti delle biblioteche nelle librerie del territorio.

    Questi risultati hanno solo in parte consentito alle nostre imprese di limitare i gravi danni conseguenti alle misure per il contrasto della crisi sanitaria e per questo il 2021, oltre a lavorare per la conferma delle misure ottenute nel 2020, dovrà essere, soprattutto nella prima parte, focalizzato nel cercare di far comprendere alle istituzioni che i problemi non sono risolti e che vi sono ancora difficoltà nel nostro settore che se non rimossi possono determinare esiti pesanti per l’occupazione e per la presenza delle librerie nel territorio.

    Sostieni la nostra associazione, perchè con la partecipazione della tua impresa all’Associazione assieme possiamo cercare di affrontare e risolvere i molti problemi che ha la nostra categoria.