Comunicato stampa dell'Ali Confcommercio
Libertà di stampa libertà di espressione in Turchia
L'Ali sostiene la scrittrice Asli Erdogan
L’Ali Associazione librai italiani Confcommercio-Imprese per l’Italia sostiene la scrittrice e giornalista turca Asli Erdogan incarcerata dalla polizia lo scorso 16 agosto a Istanbul, con l’accusa di propaganda, appartenenza ad un’organizzazione terrorista e incitazione al disordine. 

La voce dell’Associazione si unisce alla petizione partita dall’associazione dei librai tedeschi, da PEN Centre Germany e Reporters senza frontiere, sostenuta da EIBF-European and International Booksellers Federation di cui fa parte anche l’Ali, con cui si sollecita il governo di Berlino e la UE ad assumere un impegno chiaro e deciso in favore della libertà di stampa e di espressione in Turchia. Dal 20 al 24 settembre in ogni libreria che deciderà di aderire, si svolgerà l’evento "Scrittura libera" promosso dalla libreria Modus Vivendi di Palermo www.modusvivendi.pa.it, che prevede l’organizzazione di una lettura pubblica di brani tratti dall’unico libro della Erdogan tradotto in italiano, "Il mandarino meraviglioso" (Keller, 2014. Trad. Giulia Ansaldo). Partecipate all’iniziativa e firmate la petizione dei librai tedeschi al link https://www.change.org/p/ms-merkel-mr-juncker-call-for-freedom-of-expression-in-turkey-freewordsturkey

Roma, 6 settembre 2016

  • Eventi (52)

  • News (230)

  • Associarsi (2)

    Associati all'Ali. Tanti privilegi per gli associati. 

    il 2020 è stato un anno molto difficile per il Paese e per le nostre imprese, ma anche un anno nel quale siamo riusciti ad ottenere alcuni importanti risultati per la categoria: approvazione e entrata in vigore della legge sul libro, riconoscimento del libro bene essenziale, aumento della dotazione del tax credit di cui finalmente hanno potuto beneficiare una platea ampia e realmente rappresentativa di librerie e infine gli acquisti delle biblioteche nelle librerie del territorio.

    Questi risultati hanno solo in parte consentito alle nostre imprese di limitare i gravi danni conseguenti alle misure per il contrasto della crisi sanitaria e per questo il 2021, oltre a lavorare per la conferma delle misure ottenute nel 2020, dovrà essere, soprattutto nella prima parte, focalizzato nel cercare di far comprendere alle istituzioni che i problemi non sono risolti e che vi sono ancora difficoltà nel nostro settore che se non rimossi possono determinare esiti pesanti per l’occupazione e per la presenza delle librerie nel territorio.

    Sostieni la nostra associazione, perchè con la partecipazione della tua impresa all’Associazione assieme possiamo cercare di affrontare e risolvere i molti problemi che ha la nostra categoria.